B—Line è un’azienda specializzata in arredamento di design che, fin dagli esordi, affianca prodotti contemporanei ad evergreen del passato, come il famoso Boby di Joe Colombo.
Progetti concreti, trasversali e flessibili frutto di collaborazioni con designer internazionali e di produzione esclusivamente italiana.
B—Line è un’azienda nata dalla volontà del suo fondatore Giorgio Bordin di ridare vita ad alcune icone storiche del panorama italiano del design. Si tratta di opere scomparse nel corso degli anni e sopraffatte dall’inarrestabile fermento di un mercato fertile di novità. Tra i prodotti rieditati, alcuni sono passati alla storia contaminando il design e l’arte su più fronti, come il famoso Boby di Joe Colombo.
Fin dagli inizi, B—Line affianca alle proprie riedizioni complementi d’arredo contemporanei, frutto di collaborazioni con designer internazionali. Progetti concreti, fruibili e trasversali che hanno l’onere e l’onore di convivere con i grandi capisaldi del design e di convincere in termini di carattere e stile per passare con naturalezza da ambienti domestici a spazi lavorativi e da interno a esterno, zone sempre più ibride e mutevoli come vuole lo stile di vita contemporaneo.
Elena Salmistraro

Product designer e artista, vive e lavora a Milano.
Si laurea in Industrial Design al Politecnico di Milano nel 2008 e nel Settembre 2009 fonda un proprio studio che si occupa di architettura e design.
Lavora come designer ed artista per diverse aziende del settore, tra le quali Bosa, Seletti, DeCastelli, B—Line, Bitossi Home, Yoox, NasonMoretti, Okinawa, Massimo Lunardon, Texturae, MyHome-Collection, Durame e collabora con Gallerie d’Arte e di Design quali Camp Design Gallery e DamArte. Le sue creazioni sono frutto di una commistione tra arte e design; l’attenzione al dettaglio, la ricerca dell’armonia delle forme e lo stile poetico caratterizzano i suoi progetti.
La ricerca del linguaggio espressivo dell’oggetto che può affascinare le persone evocando emozioni è una sua prerogativa.
I suoi progetti sono stati selezionati per alcune tra le più importanti esposizioni tra cui: The New Italian Design, mostra itinerante organizzata dal Triennale Design Museum di Milano a cura di Silvana Annicchiarico e Andrea Branzi, con tappe a San Francisco, Santiago del Chile, Cape Town; alla mostra “The New Aesthetic Design” presentata dal Triennale Design Museum presso la Biennale di Shanghai 2013 ed alla Biennale di Gwangju, Corea del Sud 2015.
Nel 2016, in occasione della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano “Design After Design” partecipa alla Mostra “W.Women in Italian Design”, nona edizione del Triennale Design Museum.