Gli stampi erano andati buttati, rimanevano solo i disegni o, al massimo, qualche pezzo strisciato.

E visto che si trattava di prodotti come Multichair di Joe Colombo o 4/4 di Rodolfo Bonetto, la perdita ci sembrava inaccettabile. Ecco, l’inizio di B-LINE è stato dettato più dallo stomaco che dal calcolo razionale: volevamo ridare lustro a oggetti intrinsecamente preziosi perchè ingegnosamente semplici ed esteticamente interessanti.
Correva l’anno 1999.
Da allora la nostra ambizione di occuparci di buon design ha preso la forma di collaborazioni internazionali e, oltre ad alcuni pezzi che consideriamo heritage (vedi alla voce Boby), produciamo arredamento per la casa, l’ufficio e il contract. Utilizziamo plastica, acciaio, pelle e legno e siamo flessibili anche per quanto riguarda le tecnologie da impiegare.
In questa nostra ricerca verso la sintesi tra versatilità, originalità e funzionalità abbiamo coinvolto sia il genio creativo di Karim Rashid, che l’essenzialità zen di Kazuhide Takahama o l’illuminazione di un giovane esordiente: quello che conta per noi è la qualità del progetto. Individuata quella, il team B-LINE e i designer lavorano insieme fino alla scelta dei materiali e degli aspetti tecnici, per dare vita a prodotti interamente made in Italy.

Sostenibilità

La nostra idea di verde

B-LINE è sensibile ai temi legati all’impatto ambientale derivante dalla produzione industriale, dal trasporto e dall’uso di risorse.
Sentiamo la responsabilità di immettere sul mercato oggetti nuovi in un mondo che fatica a smaltire quelli vecchi e tende a consumare più di quanto serva.
Per questo cerchiamo di progettare in modo intelligente, di produrre arredamento davvero utile, al di là delle tendenze passeggere e del capriccio.
Non significa che rinunciamo all’estetica o all’originalità, ma vuol dire che siamo attenti a rivedere le nostre scelte, cercando di migliorare costantemente in termini di sostenibilità.

I punti cardine dell’etica B-LINE

» Ogni volta che è tecnicamente possibile, utilizziamo materie prime reciclabili.
» L’85% della intera produzione B-LINE avviene nell’arco di 40 Km dalla nostra sede principale, con un abbattimento del consumo di carburanti e di emissioni di CO2 derivanti dal trasporto.
» Consideriamo prioritario creare prodotti che durano nel tempo, sia per dare valore alla scelta dei nostri clienti, che per evitare il consumo di materie prime derivante dalla loro sostituzione.
» Tecnologia e materiali con standard elevati di qualità ci permettono di raggiungere l’obiettivo.
» La maggior parte dei nostri prodotti sono monomaterici e quindi, quando arriverà il giorno, saranno facilmente riciclabili. Quelli composti da più materiali sono progettati per essere disassemblati facilmente per un corretto riciclo.
» I nostri imballi sono monomaterici, non pericolosi e facilmente smaltibili.

Ci piace pensare che chi sceglie B-LINE condivida la nostra filosofia aziendale e voglia portarla avanti in prima persona nei piccoli gesti quotidiani.

Qualità

Siamo intransigenti

Il cliente al centro non è un concetto nuovo, ma noi cerchiamo di farne un contenitore denso di significato. Dove andrà il pezzo di arredamento che stiamo progettando? A quale domanda risponde? Che caratteristiche deve avere per essere utile/solido/desiderabile?

Prima, con il designer, ci occupiamo di renderlo funzionale e puntiamo sempre sulla versatilità, perchè uno stesso oggetto abbia più usi oppure sia adatto sia all’indoor che all’outdoor. Lo scegliamo originale, perchè non ci interessa copiare quello che già fanno altri.

Poi entrano in gioco le scelte realizzative, un tema in cui non accettiamo compromessi. La produzione B-LINE è made in Italy al 100% e tutti i semilavorati sono italiani, in più la qualità dei materiali è sottoposta a frequenti verifiche e controlli. Siamo familiari anche con il concetto di artigianalità che applichiamo a Boomerang, Esa e Multichair attraverso interventi hand-made che danno a ogni pezzo un valore ulteriore.

Per quanto riguarda la sicurezza, i nostri prodotti passano i test del centro collaudi interno e, nel caso di sedie e sgabelli, anche quelli del centro ricerca-sviluppo CATAS. Quindi sedetevi, appoggiateci le vostre cose e rilassatevi: avete scelto bene.